I 5 easter egg cinematografici più assurdi di sempre

Pasqua alle porte: è tempo di abbuffate, riunioni di famiglia e uova al cioccolato. Ma il termine Easter Egg (letteralmente Uovo di Pasqua) ha anche un secondo significato: con questa espressione si designa un contenuto speciale nascosto in un videogioco, un software,  un film o una qualunque opera narrativa, una sorpresa dedicata a chi è dotato del giusto spirito di osservazione.

Con uno scarto logico notevole, quindi, festeggiamo oggi la Santa Pasqua con una lista dei 5 easter egg cinematografici più assurdi di sempre!

5. Il cartellone di Batman V Superman in Io sono leggenda

Quando nel 2007 uscì Io sono leggenda, discutibile adattamento cinematografico del capolavoro di Richard Matheson, i progetti per il DC Extended Universe erano ancora lontani, e così l’idea di un film con protagonisti contemporaneamente Batman e Superman. Allora perché nella metropoli deserta in cui si muove Will Smith appare un gigantesco cartellone pubblicitario con i loghi dei due supereroi combinati?

In un’intervista a Collider, il regista del film Francis Lawrence ha svelato l’arcano: pochi anni prima dell’uscita di Io sono leggenda, il produttore e sceneggiatore del film Akiva Goldsman aveva scritto il trattamento per un film con protagonisti proprio l’Azzurrone e l’Uomo Pipistrello. Ma il progetto fu presto accantonato per fare spazio a una cosetta chiamata Batman Begins di Cristopher Nolan.

Dato che Io sono leggenda è ambientato qualche anno nel futuro, Lawrence e Godsman pensarono che sarebbe stato carino immaginare quali nuovi film sarebbero potuti uscire nel frattempo e decisero di inserire quel cartellone come inside joke.

4. Spoiler in bella vista in The Departed

Se non avete visto The Departed e non volete rovinarvi la sorpresa, smettete di leggere ora.

In quello che è un dichiarato omaggio a Scarface di Howard Hawks, Martin Scorsese ha disseminato di grosse X il suo The Departed. Proprio come in Scarface, le X sono un presagio di morte: ogni volta che vedete una grossa X in scena, saprete che il personaggio che appare in quella scena morirà di lì a poco.

3. Nite Owl salva i genitori di Batman in Watchmen

Sono uno dei pochi estimatori del film di Watchmen, che ha tanti problemi ma che nel complesso trovo piuttosto riuscito. Se c’è una cosa di cui non ci si può lamentare sono i magnifici titoli di testa che riassumono in meno di tre minuti quanto accaduto alla generazione di eroi precedente quella dei protagonisti e ci mostra come l’esistenza degli uomini in calzamaglia ha cambiato la Storia rispetto a quella che abbiamo vissuto noi.

Nella primissima scena, il Gufo Notturno stende un criminale armato. Guardate bene la foto qui sopra: non vi sembra che quella coppia in secondo piano, che sta uscendo dalla Gotham Opera House, abbia un’aria familiare? La collana di perle di lei non vi ricorda qualcosa? Ebbene sì: sono Thomas e Martha Wayne, i genitori di Batman. Il Gufo Notturno li ha appena salvati da Joe Chill, l’uomo che nell’universo DC canonico li ha uccisi di fronte al figlioletto.

Nel caso la metafora vi sembri troppo sottile, date un po’ un’occhiata ai poster sulla destra…

2. Delle vere Uova di Pasqua in The Rocky Horror Picture Show

Non ho trovato una fonte totalmente attendibile per questo aneddoto, ma lo riporto comunque perché è molto gustoso. Per chi non lo sapesse: nei paesi anglosassoni è usanza, nel giorno di Pasqa, pitturare delle uova e nasconderle in giro per case e giardini e fare poi una vera e propria caccia all’uovo con chi non ne conosce l’ubicazione.

A quanto pare, durante le riprese del Rocky Horror Pictures Show si tenne una di queste cacce all’Uovo di Pasqua con il cast e la troupe del film. La cosa curiosa è che non tutte le uova furono trovate e alcune si possono tuttora vedere, aguzzando la vista, in alcune scene del film: una sotto il trono di Frank’n’Furter, una al posto di una delle luci nel salone principale e una è visibile mentre il gruppo sale in ascensore al laboratorio.

1. Dov’è Wally? In Apocalypto

Quando l’assurdo incontra il genio più totale!

Apocalypto di Mel Gibson è un film ambientato nel XVI secolo, in un’America centrale in cui le civiltà precolombiane non sono ancora state totalmente spazzate via. È una vicenda violenta e cruda, e a un certo punto il protagonista in fuga cade in una fossa comune.

Tra i cadaveri, possiamo riconoscere… Wally (in originale: Waldo), il protagonista dei libri illustrati per ragazzi della serie Dov’è Wally/Where Is Waldo, in cui l’insopportabile quattrocchi con la maglia a righe rosse e bianche si confonde in scenari pieni zeppi di dettagli e personaggi! Non so chi, ma qualcuno deve proprio averlo trovato!

Be the first to comment

Rispondi